Accedi al sito
Serve aiuto?

Marsala

Le  cose importanti da fare o da vedere a Marsala e dintorni

Marsala è il comune più grande della provincia di  Trapani sia per numero di abitanti che per estensione  del suo territorio (241,6 km2 con 82.514 abitanti). È  nota per la produzione del vino omonimo e per lo  sbarco di Garibaldi. Ma non è solo questo. Marsala è  molto di più. 


 

Qualche anno fa la Regione commissionò a Michelangelo  Antonioni, uno dei più grandi registi italiani, uno spot per  pubblicizzare la Sicilia, quando vide lo "Stagnone" rimase  talmente colpito dalla bellezza di questo posto che lo scelse  come immagine finale dello spot, fu quella che lo emozionò  di più. "Il più bel tramonto del mondo" chissà quante volte  avrete sentito pubblicizzare una location con questo slogan,  ma è quello che direte dopo averlo visto.Qualche anno fa la  Regione commissionò a Michelangelo Antonioni, uno dei più grandi registi italiani, uno spot per pubblicizzare la Sicilia, quando vide lo "Stagnone" rimase talmente colpito dalla bellezza di questo posto che lo scelse come immagine finale dello spot, fu quella che lo emozionò di più. "Il più bel tramonto del mondo" chissà quante volte avrete sentito pubblicizzare una location con questo slogan, ma è quello che direte dopo averlo visto.

 

 

           IL TRAMONTO SULLO STAGNONE

MOZIA E IL GIOVINETTO IN TUNICA

 
 

Mozia era la città fenicia situata nell’odierna isola di S. Pantaleo, facilmente raggiungibile da Marsala ( a 6 km circa dal centro città trovate il pontile da cui partono ogni dieci minuti le imbarcazioni che vi portano sull'Isola). Fondata dai Fenici (8° sec. a.C.), fu distrutta nel 397 a.C. Numerosissime le scoperte archeologiche molte delle quali si trovano in città presso il Baglio Anselmi sede del Museo Archeologico. A Mozia di interessante ci sono i resti urbanistici della vecchia città (cinta muraria; bacino portuale; santuario detto di Cappiddazzu). Ma l'attrazione principale della splendida isola di Mozia è la statua marmorea di un giovane, comunemente nota come il “Giovinetto di Mozia”, la statua, unica nel suo genere perchè si tratta di un reperto greco rinvenuto in una provincia punica. Ciò, infatti, ha destato molto stupore negli archeologi al momento del suo ritrovamento nel 1979. Questa scultura ha rappresentato l'Italia all'Expo in Giappone e che negli ultimi anni (non tra poche polemiche) ha girato i più prestigiosi musei del mondo, in ultimo il Britsh Museum di Londra. Oggi è finalmente ritornata e non dovete assolutamente perderla!